Chimay, le birre trappiste che sfruttano la forza dei venti!


Lo scorso 7 ottobre si è tenuta l’inaugurazione del nuovo generatore eolico che Bières et Fromages de Chimay ha installato nel proprio sito di imbottigliamento, in collaborazione con Belgian Eco Energy BEE, una società belga che si occupa di sviluppare progetti dedicati nel campo dell’energia rinnovabile.

Con un’altezza totale di 150 metri, questa turbina eolica, sfruttando l’energia cinetica dell’aria può arrivare ad una produzione annua di energia pari a 5.200 MWh, che sarà utilizzata per alimentare il sito di imbottigliamento del birrificio Chimay, mentre l’eventuale surplus sarà immesso nella rete pubblica.

Questo consentirà a Bières et Fromages de Chimay di produrre in modo sostenibile e ancor più responsabile le sue birre e i suoi formaggi. Ogni anno, il birrificio investe in nuove attrezzature e ammodernamenti, con uno sguardo attendo alla sostenibilità e con l’obiettivo di migliorare la propria efficienza energetica.

Già nel 2019 erano stati installati ben 1.200 pannelli fotovoltaici negli edifici della nuova linea di imbottigliamento. Per Bières et Fromages de Chimay questo ulteriore investimento consolida il sempre più crescente desiderio di abbandonare le energie convenzionali.

Si parla tanto oggi di responsabilità sociale d'impresa (…omissis); i monaci trappisti dell’abbazia di Notre Dame de Scourmont, fin dal loro arrivo a Chimay, nel 1850, oltre alla vita contemplativa, praticano questa responsabilità sociale, in un modo, secondo me, davvero unico.” afferma Xavier Pirlot, Direttore Generale di Bières de Chimay "Il nostro desiderio è di lasciare alle generazioni future un mondo migliore, con il minor impatto possibile".

57 visualizzazioni